Alla luce dei più recenti dati epidemiologici e a seguito della sempre maggiore diffusione del Virus Sars-CoV2 all’interno della società e del mondo sportivo, la FMSI ha elaborato le seguenti raccomandazioni medico-sanitarie al fine di implementare le normative FIGC, approvate dal CTS e già in essere per il calcio professionistico e Lega Serie A.

Il documento FMSI rappresenta non già una linea-guida, bensì una summa di indicazioni di carattere medico-sanitario a disposizione della Lega Serie A, che dovrà autonomamente deciderne l’applicazione, anche all’esito di un processo di risk assessment, che deve mirare a un bilanciamento, ancorché difficile, tra interessi e diritti. La tutela della salute dell’Atleta, quale diritto fondamentale dell’uomo, non può infatti essere disgiunta dalla difesa di interessi economici e sociali, ma occorre piuttosto ricercare un possibile equilibrio ed allineamento tra istanze parimenti rilevanti che, specialmente nel mondo professionistico, sono certamente interdipendenti.

Il documento, già pubblicato lo scorso 18 novembre, è stato implementato alla luce del recente Ordinanza del Ministero della Salute in vigore dal 13 Dicembre 2020, che ha disposto una riduzione dei livelli di rischio a carico di alcune Regioni, consentendo una maggiore mobilità dei cittadini- ritiene, al fine di una maggior tutela degli atleti, dei tesserati e degli addetti ai lavori.


Le seguenti raccomandazioni potranno essere oggetto di revisione alla luce di nuove evidenze scientifiche ed epidemiologiche.

 

Scarica le raccomandazioni _ aggiornato al 15 dicembre 2020

Questo sito utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.